Progetti Servizio Civile "Garanzia Giovani"

Sì viaggiare

Attraverso la collaborazione dei volontari del servizio civile, intende, oltre ad ampliare ed intensificare i servizi già esistenti riducendo il danno sociale dovuti alla sicurezza stradale, puntare sulla promozione della sicurezza come cultura attraverso interventi di prevenzione/educazione/informazione.
Ruolo volontari: Monitoraggio, censimento, e archiviazione dei dati relativi alla sicurezza stradale; b. Implementazione dell'attività del Centro Catalogazione (Catasto
Informatico) che deve provvedere allo smistamento dell'informazione all'interno dell'O.P.S. S. (osservatorio provinciale sulla sicurezza stradale); c. Attivazione e/o strutturazione di un punto di riferimento per un'utenza pubblica attraverso un'attività di front office e relazioni pubbliche per restituire informazioni sulle tematiche della sicurezza stradale;

Museo campano
I volontari saranno impegnati nella promozione del sito storico-artistico attraverso le seguenti mansioni: realizzeranno materiale didattico- informativo sulle iniziative del museo, instaureranno rapporti con le strutture territoriali di promozione turistica e di aggregazione sociale, collaboreranno all'organizzazione di iniziative culturali, incontri ed eventi con particolare riguardo agli aspetti organizzativi, collaboreranno nell'accoglienza dei visitatori e nell'organizzazione e gestione delle visite guidate, svolgendo le seguenti mansioni, collaboreranno alla gestione e cura delle collezioni della Sezione Archeologica, della Sezione Medievale e Moderne delle Quadrerie, alcuni verranno assegnati alla biblioteca.

Antichi mestieri : un mondo da riscoprire e valorizzare

Gli obiettivi generali che ispirano l’ideazione del progetto oggetto di trattazione sono riportati nell’elenco seguente :
 acquisire una maggiore conoscenza dell’esistenza e dell’attuale diffusione sul territorio di antiche professioni;
 promuovere la valorizzazione dell’artigianato locale e delle professionalità ad esso connesse;
 permettere ai volontari di acquisire competenze utili al loro inserimento nel mondo del lavoro.


Il bosco è nostro…difendiamolo

La maturazione di un comportamento critico e propositivo dei cittadini verso il proprio contesto territoriale dovrà nascere da una serie di azioni che verranno prodotte sul territorio e che tenderanno a stimolare e ricostruire il senso d'identità e le radici di appartenenza dei singoli gruppi, a diffondere la cultura della partecipazione e della cura per la qualità del proprio ambiente, creando anche un rapporto affettivo tra le persone, la comunità e la natura.
Quindi non più una serie di interventi stagionali e d'emergenza, ma un "pattugliamento" del territorio con azioni educative e dimostrative nelle quali coinvolgere la comunità. Occasioni di gioco e simulazione, interventi di vigilanza e denuncia che dovranno vedere attori principali, con l'ausilio di associazioni (la V AB di Sparanise) e dei volontari del servizio civile, gli abitanti del paese.


H2O senza barriere

L’attività natatoria va al di là della disciplina fine a se stessa e ben si colloca per le finalità, principi ed obiettivi generali nel capitolo della “rieducazione sociale”. Attraverso le esperienze acquatiche gli allievi svilupperanno un rapporto con l’ambiente attraverso comportamenti modificati da continue sollecitazione ed esperienze motorie, mentre la sua educabilità passa attraverso i meccanismi di percezione, coordinazione, selezione ed esecuzione.
Le caratteristiche di sviluppo, di maturazione e le peculiarità degli sportivi diversamente abili, impongono tempi e metodi diversificati d’intervento e di programmazione. Il raggiungimento di buoni livelli di autonomia in acqua è strettamente correlato alla ricchezza di esperienze motorie vissute e delle capacità coordinative in suo possesso. Durante l’attuazione del progetto, i volontari avranno il compito di svolgere una “INFORMAZIONE A TAPPETO” alle famiglie delle persone diversamente abili attraverso azioni di telemarketing. In questo modo si avrà la certezza di aver diffuso in maniera diretta. Inoltre i volontari fisseranno appuntamenti con le persone diversamente abili (ove ciò non fosse possibile, o nel caso di bambini verranno contattati i familiari) e di persona mostreranno la struttura e illustreranno il progetto. Il volontario dovrà cercare di motivare la persona diversamente abile (o il familiare) a frequentare uno sport come il nuoto, nonostante si viva in una condizione di handicap, al fine di migliorare la qualità della vita e potenziare la rete sociale.


Obiettivo sicurezza stradale

Obiettivi:
• Ampliare e sviluppare nuove e più salde energie per rendere incisiva ed efficace l’azione integrata per la riduzione dei danni sociali dovuti all’insicurezza stradale;
• Promozione di una cultura della sicurezza, unico strumento per la riduzione degli incidenti dovuti al comportamento dei conducenti;
Collaborazione con l’Ufficio Trasporti della Provincia di Caserta


Ambiente, ecologia e territorio

Obiettivi:
• Promuovere una maggiore informazione e conoscenza nella popolazione del territorio di riferimento, al fine di creare una nuova consapevolezza a riguardo del ciclo dei rifiuti, del loro smaltimento intelligente e del loro riutilizzo.

A.n.i.m.a. Europa

Obiettivi:
• Stimolare la creatività e la fantasia dei giovani impegnati nel progetto, realizzando materiale didattico e informativo sui principi e valori dell’Unione Europea;
• Promuovere, attraverso azioni di formazione ed informazione, la diffusione tra i cittadini nel territorio casertano, di una maggiore conoscenza della dimensione comunitaria;
• Favorire la diffusione dei vantaggi e delle opportunità offerte dall’Unione Europea;
• Creare le condizioni per un maggiore coinvolgimento dei cittadini di Terra di Lavoro n processi di democrazia partecipativa, quale garanzia di libertà e giustizia.




La Provincia per i comuni e i cittadini:

Obiettivi:
• Promuovere l’adeguamento dell’organizzazione interna dell’ente promotore ai fabbisogni dell’utenza;
• Garantire l’implementazione di un importantissimo strumento di comunicazione tra la Provincia di Caserta ed i cittadini, gli operatori economici e gli Enti Locali;
• Permettere ai volontari di acquisire competenze utili al loro inserimento nel mondo del lavoro.
Turismo e sviluppo

Obiettivi:
• Far conoscere alla popolazione del territorio di riferimento, ma soprattutto alla fascia giovanile (16 – 29 anni), le potenzialità ancora inespresse del territorio stesso, sia in termini storico-artistici, culturali e ambientali, sia in termini relazionali;
• Progettare e realizzare iniziative di animazione culturale e ambientale (mostre e concorsi fotografici, seminari e convegni, ecc.);
• Proporre attività di animazione didattica sul territorio per le scuole di ogni ordine e grado, privilegiando aspetti poco conosciuti dell’ambiente urbano o naturale di riferimento




 
Data: 21.01.2015