APRIRE UN ASILO NIDO

Hai mai pensato a trasformare la tua passione per i bambini in un lavoro aprendo un asilo nido tutto tuo?
Puoi fare tutto questo con un minimo investimento.
Esistono infatti i finanziamenti a fondo perduto che agevolano l’avvio di nuove attività, comprese quelle di asili nido e scuole per l’infanzia.
PRESTITI A FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER APRIRE UN ASILO NIDO
L’investimento richiesto si aggira attorno ai 25.000 euro, ma può arrivare fino ai 60.000 euro.
Non si tratta di una cifra proibitiva ma neanche di pochi spiccioli, specialmente al giorno d’oggi.
Per rendere queste opportunità accessibili a tutti esistono i finanziamenti europei a fondo perduto per lo startup d’impresa, che prevedono per il 50% dell’investimento la concessione di un contributo a fondo perduto (da non restituire!) e per il restante 50% la concessione di un finanziamento agevolato.
Per capire se hai i requisiti per ottenere un finanziamento a fondo perduto scarica da questo link la lista dei beni agevolabili http://www.contributiregione.it/impresa_nuova.php
Potrai ottenere gratuitamente preziosi suggerimenti per capire come strutturare il tuo progetto e per renderlo compatibile con le agevolazioni disponibili.
Per avere maggiori informazioni puoi vedere il video di queste ragazze, che hanno realizzato le loro passioni aprendo un asilo nido:
Guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=1Yr5GiTMMYQ
UN ESEMPIO DI CALCOLO DEL CONTRIBUTO CHE PUOI OTTENERE
Caso n.1
Investimento previsto € 25.000
Di cui:
Arredamenti € 5.000
Attrezzature € 5.000
Ristrutturazione € 5.000
Affitto locale primo anno € 10.000
Contributo a fondo perduto ottenibile € 12.500 (50% di € 25.000)
Caso n.2
Investimento previsto € 60.000
Di cui:
Arredamenti € 15.000
Attrezzature € 17.000
Ristrutturazione € 12.000
Affitto locale primo anno € 16.000
Contributo a fondo perduto ottenibile € 30.000 (50% di € 60.000)
Il restante 50% ti sarà concesso con un finanziamento a tasso agevolato che restituirai con comode rate.
Guarda i video utili e altre idee di business innovative qui http://www.contributiregione.it/blog

 
Data: 31.01.2014