LO SPORT CASERTANO, UNA ECCELLENZA
DA CONSERVARE IN UN MUSEO

 

 Clicca sull'icona per vedere l'album fotografico

 

LA PLANIMETRIA DI VILLA VITRONE, SEDE DEL MUSEO DELLO SPORT

Regione Campania

 
di competenza della Regione Campania
Riferimento
Telefono
Fax
E-mail
Pec

Link utili

La parola al delegato Coni

"Lo sport casertano è per unanime convinzione una eccellenza e, come tutte le cose di analogo rilievo, è destinato ad entrare nella storia. Una storia che, però, è fatta di ricordi da collocare e preservare non solo nella sensibilità di ognuno di noi, ma anche in un luogo "fisico" che, tangilbilmente, ne tramandi immagini, cimeli, storie. Ecco un Museo, il cui progetto, presentato alcuni anni fa dal Coni alla Provincia, è stato significativamente recepito dal Presidente on. Domenico Zinzi, che ha voluto inserirlo nel nuovo Polo culturale insediato nella storica e prestigiosa "location" di Villa Vitrone a Caserta. E così accanto alla Biblioteca dello Sport, ricca di circa 5mila tra libri, riviste e supporti videofotografici, ha trovato spazio il Museo provinciale dello Sport con una prima raccolta di trofei, oggetti simbolici, gagliardetti, immagini messi a disposizione dalle Federazioni, dalle Società sportive, da familiari ed amici di personaggi significativi dello sport casertano.
Un Museo che, ovviamente, è un "work in progress" nel senso che alla raccolta già in via di sistemazione altre se ne aggiungeranno quando l'idea dell'opportunità di un luogo di conservazione della storia sportiva sarà pienamente recepita da tutte le componenti dello sport di Terra di Lavoro per un sistematico conferimento di appropriati materiali documentali. Il che potrà avvenire se tutti gli interessati, nel rimettere in
ordine il materiale conservato in scaffali, armadi e depositi, ricordandosi dell'esistenza del Museo dello Sport, evitino di smaltire, per mancanza di spazio, in maniera irrazionale, oggetti, attrezzi, divise, magliette, gagliardetti, coppe e targhe, ritagli stampa, fotografie, video e cd, manifesti e depliant. Un modo questo non solo per assicurare al Museo una eterna giovinezza, nel continuo aggiornamento storico, ma anche per garantire al mondo dello sport un "santuario" dove ricordare e alimentare la propria "fede" sportiva".
 
Michele De Simone
Delegato CONI per la provincia di Caserta