Il Presidente Domenico Zinzi

Domenico Zinzi è nato a Marcianise, in provincia di Caserta, il 23 luglio 1943. E' sposato con Giovanna e ha due figli, Mara e Gianpiero. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università "Federico II" di Napoli, successivamente si è specializzato in Chirurgia Generale, Chirurgia Toracica ed Endocrino-chirurgia. E' stato primario di Chirurgia Generale dal 1981 al 1996.  Inoltre, nello stesso ambito, ha ricoperto l'incarico di consigliere dell'Ordine dei Medici per tre mandati consecutivi e ha fatto parte del Comitato di Gestione dell'Unità sanitaria locale.

 

Dal 1982 al 1992 è stato presidente del Consiglio di amministrazione dell'Azienda dei Trasporti casertani. In quei dieci anni ha realizzato il risanamento finanziario dell'ente, ampliato il servizio a tutto il bacino di traffico della provincia e istituito per la prima volta un servizio di trasporto pubblico all'interno della Reggia di Caserta.

Da sempre appassionato di sport, per diversi anni si è dedicato con entusiasmo all'organizzazione della manifestazione ciclistica "Coppa Zinzi", istituita nel 1931 dal nonno Pietro e giunta alla quarantacinquesima edizione. Inoltre è presidente della società sportiva "Pugilistica Zinzi", che ha espresso una medaglia d'oro olimpionica.

 

È consigliere regionale di grande esperienza in Campania. Elettto senza interruzioni dal 1995, fino al 2000 ha ricoperto anche l'incarico di Assessore regionale con le seguenti deleghe: Lavori Pubblici, Trasporti, Ambiente, Protezione civile, Demanio Marittimo, Acque e Acquedotti, Porti e Aeroporti, Difesa del suolo. Durante i cinque anni trascorsi nell'esecutivo della Campania ha realizzato, tra l'altro, l'istituzione del Servizio di Protezione civile regionale e ha avviato il processo di ammodernamento degli impianti di depurazione utilizzando lo strumento, allora innovativo, del Project financing. Sua l'idea di una legge regionale, relativa al Demanio Marittimo, per allungare i tempi delle concessioni da quattro a dieci anni, con lo scopo di favorire gli investimenti da parte delle imprese del settore.  Dal 2000 al gennaio 2003, è stato Presidente del Consiglio Regionale della Campania. In quel periodo, ha fondato il primo organo di stampa ufficiale della Regione, "La Campania", periodico diretto soprattutto ai cittadini residenti all'estero. Ai Campani nel mondo ha dedicato diverse altre iniziative promosse dalla Giunta e dal Consiglio regionale.

Nel giugno 2004 è stato candidato alle elezioni europee con l'UDC nella circoscrizione del Sud Italia ottenendo circa 57.000 preferenze (33.000 voti nella sola provincia di Caserta).  Nell'aprile del 2005 è rieletto, per la terza volta di seguito, al Consiglio Regionale della Campania. Dal mese di maggio 2005 fino all'aprile 2006 ha ricoperto l'incarico di Sottosegretario di Stato alla Salute nel governo Berlusconi.  Tra i principali interventi nel corso del suo incarico governativo, si segnala il rafforzamento dell'azione dei programmi sanitari di collaborazione internazionale indirizzati ai professionisti di salute, nell'interesse delle popolazioni locali. Eletto deputato, nella legislatura del 2006 al 2008 è stato segretario della Commissione Bilancio alla Camera e ha fatto parte della Commissione Parlamentare per le questioni regionali. Nella legislatura in corso, sempre alla Camera, ricopre l'incarico di vicepresidente della Giunta per le Autorizzazione, inoltre è componente della Commissione per le Politiche dell'Unione Europea, del Comitato parlamentare per i Procedimenti d'accusa, della Giunta delle elezioni.