Comunicati Stampa

Torna alla pagina

Comunicato del 17 luglio 2019 - È essenziale sostenere gli operatori della filiera bufalina di Terra di Lavoro in tutte le sedi politiche ed istituzionali

È essenziale sostenere gli operatori della filiera bufalina di Terra di Lavoro in tutte le sedi politiche ed istituzionali

«Sostenere e condividere il lavoro degli operatori della filiera bufalina di Terra di Lavoro con un'azione unitaria a tutela del latte, della mozzarella e della bufala mediterranea italiana, in tutte le sedi politiche ed istituzionali – è quanto affermato dal presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca – in un atto di indirizzo politico, trasmesso ieri pomeriggio ai Sindaci del territorio provinciale».

Giorgio Magliocca - Presidente della Provincia di Caserta

«Abbiamo una ricchezza non soltanto economica, ma anche culturale sul territorio: il latte, il nostro oro bianco, vero asset produttivo strategico dell'economia provinciale – ha proseguito il Presidente Magliocca– con il quale produciamo la mozzarella di bufala a marchio DOP, tanto apprezzata sia a livello nazionale che internazionale. È nostro dovere proteggere questa fonte di ricchezza, eccellenza del territorio, con tutte le azioni possibili.»

«Per tali ragioni – ha concluso – sono disponibile ad ogni iniziativa che possa essere utile a favorire l'intero comparto presso il Ministero dell'Agricoltura, MiPAAF, la Commissione Agricoltura di Camera e Senato, la Giunta Regionale. Nella nostra provincia viene allevato il 60 per cento del bestiame bufalino nazionale con oltre 30 mila addetti impegnati. La mozzarella di bufala campana MBC DOP, nel comparto economico si colloca al quarto posto per quantità prodotta con una crescita del 30 per cento nell'ultimo triennio. Come noto, la mozzarella di bufala ha avuto come sua culla di origine l'area dei "Mazzoni" in provincia di Caserta, e pian piano si è sviluppata su altri luoghi del territorio, consolidandosi nel tempo tanto da far diventare questo comparto un pilastro economico di Terra di Lavoro da tutelare e valorizzare».

Condividi con Facebook