Emergenze: le nuove norme

 

Nuove disposizioni per le emergenze e i grandi eventi. Tra il 2010 e il 2011 alcune norme hanno modificato la legislazione, due delle quali – la legge numero 10 del 26 febbraio 2011 e la direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 marzo 2011 – in materia di potere di ordinanza e un'altra, la direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 luglio 2010, ha dato una nuova definizione di grande evento. Il Servizio Nazionale della Protezione Civile è disciplinato dalla legge n. 225 del 24 febbraio 1992 e dalla legge n. 401 del 9 novembre 2001.

In particolare, l'articolo 2, comma 1, della legge n. 225 individua la tipologia degli eventi per i quali il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio, su richiesta delle Regioni, delibera lo stato di emergenza. Il Consiglio dei Ministri valuta infatti se una situazione di criticità necessita, per essere superata, di mezzi e poteri straordinari.

Con la legge n. 401 del 2001, che disciplina le competenze del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di protezione civile, viene inoltre introdotta la possibilità di dichiarare lo stato di emergenza, anche in materia di grandi eventi. Gli eventi che necessitano la dichiarazione dello stato di emergenza sono quelli che, genericamente, richiedono interventi urgenti, un coordinamento complesso, una rapida esecuzione e misure straordinarie per prevenire possibili rischi e per assicurare la tutela della vita, dei beni, degli insediamenti e dell'ambiente.